Salta ai contenuti
Ti trovi in:

Gent.mo Donatore / Donatrice,
Il gesto che stai per compiere, sia che si tratti della prima volta sia che tu abbia già donato il sangue in precedenti occasioni, è un gesto molto importante dal punto di vista personale e sociale che acquista ancora una maggiore importanza se discende da una informazione corretta e quanto più possibile completa.
Questa sezione del sito web ha lo scopo di rispondere alle più comuni domande e curiosità sul sangue e sulla donazione.

Requisiti fisici per l'accettazione del candidato

Il candidato donatore di sangue deve avere:

  • Età compresa tra 18 e 65 anni. La donazione di sangue da parte di soggetti di età superiore deve essere autorizzata dal medico responsabile della selezione, così come il reclutamento di un nuovo donatore di età superiore a 60 anni.
  • Peso non inferiore a 50 kg.
  • La pressione arteriosa sistolica deve essere compresa tra 110 e 180 mm di mercurio e la pressione arteriosa diastolica tra 60 e 100 mm/Hg.
  • Il polso deve essere ritmico, regolare, e le pulsazioni comprese tra 50 e 100 al minuto. I candidati donatori che praticano allenamenti sportivi intensi possono essere accettati anche con frequenza cardiaca inferiore.

Può essere ammesso al prelievo il candidato donatore addetto a lavori pesanti o di particolare impegno qualora possa fruire della giornata di riposo dopo il prelievo. Prima di ogni donazione il candidato donatore deve essere sottoposto all'esame per la determinazione dell'emoglobina o dell'ematocrito. L'emoglobina non deve essere inferiore nelle donne a 12,5 g/dL e negli uomini a 13,5 g/dl; in casi particolari, ad esempio in regioni con elevata incidenza di alfa o beta talassemia, a discrezione del medico del SIMT (Servizio Immunotrasfusionale), possono essere accettati valori inferiori ai limiti sopraindicati.

Il candidato donatore di plasma mediante aferesi deve possedere gli stessi requisiti previsti per l'idoneità alla donazione di sangue intero.
In caso di plasmaferesi occasionali, attuate con intervalli di tempo superiori a 90 giorni, l'idoneità del candidato donatore può essere valutata considerando valori minimi di Hb non inferiori a 11,5 g/dl nella donna e a 12,5 g/dl nell'uomo.
Il candidato donatore inserito in un programma di plasmaferesi continuativo deve possedere, oltre quelli previsti per l'idoneità alla donazione di sangue intero, i seguenti requisiti:

  1. età compresa fra 18 e 60 anni;
  2. protidemia non inferiore ai 6 g% e quadro elettroforetico non alterato con eventuale valutazione delle singole proteine, particolarmente dell'albumina e delle IgG;

deve essere sottoposto a controlli periodici con cadenza almeno semestrale ed essere attentamente valutato dal medico esperto in medicina trasfusionale in ordine a possibili significativi decrementi dei valori di cui al precedente punto b, anche se contenuti entro limiti ritenuti ancora normali.


Esami obbligatori e controlli periodici

Alla prima donazione il donatore deve essere sottoposto ai seguenti controlli immunoematologici:

  • determinazione ABO, test diretto e indiretto;
  • determinazione del fenotipo Rh completo;
  • determinazione delle caratteristiche Kell;
  • ricerca degli anticorpi irregolari anti-eritrocitari.

Su ogni unità raccolta successivamente debbono essere confermati il gruppo ABO e Rh nonche' la ricerca degli anticorpi irregolari nel caso di stimolazione immunologica del donatore.

Le indagini debbono essere effettuate con tecnica idonea e nel rispetto delle correnti leges artis (GLP), e per ogni procedura immunoematologica deve essere assicurato un accurato programma di controllo di qualità.

Ad ogni donazione il donatore è sottoposto ad esame emocromocitometrico completo e alla determinazione delle ALT con metodo ottimizzato.

Il donatore deve essere sottoposto ai seguenti esami (Validazione biologica):

  • Sierodiagnosi per la lue;
  • HIV Ab 1-2;
  • HBs Ag;
  • HCV Ab;
  • HCV, HIV E, HBV, NAT.

Nel caso in cui i campioni di sangue risultino positivi alla prova di verifica iniziale, si deve procedere alla ripetizione dell'esame.

Il donatore periodico, oltre agli esami indicati al precedente punto, ogni anno deve essere sottoposto ai seguenti esami:

  • creatininemia;
  • glicemia;
  • proteinemia ed elettroforesi sieroproteica;
  • colesterolemia;
  • trigliceridemia;
  • ferritinemia.

Criteri di esclusione permanente e temporanea del candidato donatore

Il candidato donatore affetto o precedentemente affetto da una delle sottoelencate patologie deve essere giudicato permanentemente non idoneo alla donazione di sangue o di emocomponenti per la tutela della propria salute:

  • malattie autoimmuni;
  • malattie cardiovascolari;
  • malattie del sistema nervoso centrale;
  • neoplasie o malattie maligne;
  • tendenza anomala all'emorragia;
  • crisi di svenimenti, convulsioni;
  • diabete se insulino-dipendente;
  • malattia gastrointestinale, epatica, ematologica, immunologia, renale metabolica o respiratoria, urogenitale (donatore affetto o precedentemente affetto in modo grave o cronico). Il medico responsabile della selezione può avvalersi di consulenza specialistica prima della definizione del giudizio di idoneità o di non idoneità temporanea o permanente alla donazione. Nel caso di candidato Possono sussistere motivi per i quali e' necessario, ai fini della protezione della salute del candidato donatore, rinviare la donazione; la decisione relativa alla durata del periodo di rinvio spetta al medico responsabile della selezione.

Il candidato donatore affetto o precedentemente affetto da una delle sottoelencate patologie o condizioni deve essere dichiarato permanentemente non idoneo alla donazione di sangue o di emocomponenti ai fini della protezione della salute del ricevente.

  • Malattie infettive
    • epatite B (HBsAg positivo);
    • epatite C;
    • epatite infettiva ad eziologia indeterminata;
    • HIV1-2;
    • HTLV I/II;
    • lebbra;
    • babesiosi;
    • leishmaniosi viscerale;
    • sifilide;
    • tripanosoma Cruzi (Chagas).
    non comporta esclusione la presenza di HBsAb.

  • Encefalopatia spongiforme Trasmissibile (es. malattia di Creutzfeldt Jakob e nuova variante)
    1. Persone con antecedenti medici o familiari che comportano un rischio di contrarre TSE, compresi donatori che hanno subito il trapianto della cornea e/o della dura madre e/o che in passato sono stati curati con medicinali estratti da ghiandola pituitaria umana.
    2. Candidati donatori che hanno soggiornato nel periodo dal 1980 al 1996 per più di 6 mesi cumulativi nel Regno Unito.
    3. Candidati donatori che hanno ricevuto trasfusioni allogeniche nel Regno Unito dopo il 1980.

  • Assunzione di sostanze farmacologiche
    Ogni antecedente di uso non prescritto di sostanze farmacologiche per via IM, EV o tramite altri strumenti in grado di trasmettere gravi malattie infettive, comprese sostanze stupefacenti, steroidi o ormoni a scopo di culturismo fisico.

  • Riceventi xenotrapianti

  • Comportamento sessuale
    Persone il cui comportamento sessuale le espone ad alto rischio di contrarre gravi malattie infettive trasmissibili con il sangue

  • Alcolismo Cronico

In presenza di una delle sottoelencate patologie o condizioni il candidato donatore deve essere dichiarato temporaneamente non idoneo alla donazione di sangue o di emocomponenti per un periodo di tempo di durata variabile in funzione della patologia o condizione rilevata.

Patologie
Glomerulonefrite acuta 5 anni dalla completa guarigione
Brucellosi 2 anni dalla completa guarigione
Osteomielite 2 anni dalla completa guarigione
Febbre Q 2 anni dalla completa guarigione
Tubercolosi 2 anni dalla completa guarigione
Febbre reumatica 2 anni dopo la cessazione dei sintomi in assenza di cardiopatia cronica
Toxoplasmosi Mononucleosi 6 mesi dopo la data di guarigione
Infettiva M. di Lyme 6 mesi dopo la data di guarigione
Febbre > 38 °C 2 settimane dopo la cessazione dei sintomi
Affezioni di tipo influenzale 2 settimane dopo la cessazione dei sintomi
Malaria1 Esclusione dalla donazione di sangue intero, emazie e piastrine per i 3 anni successivamente al ritorno dall'ultima visita in zona endemica a condizione che la persona resti asintomatica. È ammessa la donazione di plasma da inviare al frazionamento industriale2
Individui con pregressa Malaria Possono donare plasma da inviare al frazionamento industriale2
Visitatori asintomatici di zone endemiche per Malaria un anno dopo aver lasciato la zona di endemia per donazioni di sangue intero, 6 mesi per donazioni di plasma
Virus del Nilo Occidentale (WNV) 28 giorni dopo aver lasciato una zona con casi di malattia nell'uomo nell'anno in corso nei |periodi di endemia, 28 giorni dopo la risoluzione dei sintomi in casi in cui il donatore abbia contratto un'infezione WNV
Viaggi in zone endemiche per malattie tropicali 6 mesi dal rientro (previo giudizio positivo del medico del SIMT)

1 Individui che sono vissuti in zona malarica nei primi 5 anni di vita o per 5 anni consecutivi della loro vita
2 A condizione che siano adottate misure per escludere l'uso clinico del plasma.

Vaccinazioni
Vaccini per: influenza, papilloma virus, pertosse, colera, difterite, epatite B, meningococco, tetano, peste, pneumococco, poliomielite (vaccino inattivo potenziato) 48 ore (se i soggetti vaccinati risultano asintomatici)
Vaccino per epatite A 48 ore (se i soggetti vaccinati risultano asintomatici)
Vaccino per morbillo, parotite, tubercolosi, poliomielite (vaccino orale) 30 giorni
Vaccino antirabbia successivo ad un morso o esposizione 1 anno
Immunoglobuline endovena 4 mesi
Rischi di infezione
Esame endoscopico, esposizione accidentale al sangue anche attraverso strumenti o siringhe, trasfusioni di sangue o emoderivati, trapianti di tessuti o cellule di origine umana Tatuaggi, body piercing, foratura delle orecchie, agopuntura. Comportamenti sessuali a rischio (rapporti protetti e non protetti) con più partner, partner non abituali, occasionali, nuovi, tossicodipendenti. 4 mesi

3 La patologia di base per la quale il candidato donatore ha ricevuto trasfusioni di emocomponenti o somministrazione di emoderivati o è stato sottoposto a trapianto di tessuti o cellule di origine umana o è stato sottoposto ad intervento chirurgico maggiore, rappresenta criterio prevalente ai fini della sospensione, poiché anche da detta patologia di base può derivare l'indicazione ad un tempo definito o permanente di sospensione.

Cure odontoiatriche
Otturazioni semplici 48 ore
Detartrasi semplici 48 ore
Otturazioni con terapie radicolari (devitalizzazioni) 1 settimana
Detartrasi con levigatura radici (curettaggio) 1 settimana
Estrazioni dentarie 1 settimana
Preparazioni a protesi fisse 1 settimana
Impiantologia 4 mesi
Altre esclusioni temporanee
Gravidanza Per tutto il periodo gestazionale e per 6 mesi dopo il parto
Interruzione di gravidanza 6 mesi
Intervento chirurgico minore 1 settimana
Terapie A seconda del principio attivo dei medicinali prescritti, la farmacocinetica e la malattia oggetto di cura

Dove e quando

Le donazioni di sangue e plasma possono essere effettuate presso il SERVIZIO DI IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE di Borgomanero, ubicato all’interno del Presidio Ospedaliero di Borgomanero – Viale Zoppis 10.
Accessi: Via Monsignor Cavigioli – Sala prelievi – piano terra (seguire le indicazioni) o da Cortile Interno Ospedale – Palazzina Dipartimento dei Servizi – Piano terra

Donazione Sangue

Lunedì, Venerdì, Sabato e la seconda Domenica del mese dalle 8.00 alle 11.00
Nei giorni dal Martedì al Giovedì è possibile donare solo su appuntamento ogni 10 minuti dalle 8:00 alle 11:10
I soci della Sovracomunale possono visionare le disponibilità nell'area riservata.

Donazione Plasma

La donazione di plasma si effettua unicamente su appuntamento
Da Lunedì a Venerdì nei seguenti orari: 9.00, 9.10, 10.10, 10.20, 12.35, 12.45
Ogni terzo Sabato del mese nei seguenti orari: 9.00, 9.10, 10.10, 10.20.

È possibile prenotare accedendo all'area riservata del sito web oppure telefonando al numero 0322.848387 dalle ore 8.30 alle 12.30.

Iscrizione donatore

Diventare socio AVIS è semplice.

Nella sezione Modulistica del sito web trovi i moduli da compilare.

Per maggiori informazioni puoi contattarci via email oppure telefonicamente al numero 0322.848387 dalle ore 8.30 alle 12.30.


Informazioni al Donatore[.pdf / ]

FAQ